GIORNO 1 – Diario di Viaggio – Solo nell’universo

 In diary

Giorno 1 -Diario di viaggio

Mi sono svegliato in un luogo sconosciuto, indosso la mia tuta, non ricordo come sono arrivato ed in realtà non ricordo quale sia il mio ultimo ricordo, da qui in poi è il giorno 1.

Sto morendo di caldo, i sensori mi indicano che la temperatura all’esterno supera i 60 gradi. La mia protezione si sta esaurendo e devo assolutamente trovare un modo per alimentare la mia suite o non sarà una buona giornata.

giorno 1

giorno 1

Mi guardo attorno cercando di valutare al meglio la situazione, ci sono alcuni minerali che possono essermi utili, ma l’ambiente non sembra essere ospitale inoltre ci sono molte sentinelle che pattugliano il pianeta. Il mio multitool detiene le funzioni base ma devo fare degli accorgimenti se voglio cavarmela.

landscape no man's sky

Raccolgo qualche risorsa fondamentale, aggiusto i sensori che alla fine mi indicano la presenza di un’astronave danneggiata, forse la mia? Ma non mi faccio molte domande ed inizio a correre per raggiungere la destinazione, una possibilità di sopravvivere ce l’ho e devo sfruttarla al massimo!

La mia protezione è quasi esaurita, la temperatura si fa sempre più alta, forse una tempesta solare, mi fermo in un cunicolo per ripararmi, poi riparto. Finalmente giungo su un’altura dove riesco ad intravedere il relitto. Da così lontano non riesco a valutare l’effettivo stato, ma per lo meno non è in briciole.

 

Scendo dalla rupe e mi avvicino all’abitacolo, riesco ad accedere ed avvio una diagnosi per quantificare i danni e trovare una soluzione per rimetterla in sesto, spero di riuscire a trovare quello che mi serve, la situazione inizia a diventare critica ed i mio supporto vitale si sta consumando.

Non sono messo bene ma non è impossibile, per fortuna riesco a riparare un rottame qui vicino per ricevere un segnale da una piccola stazione che non dista molto e dove potrò trovare uno dei componenti necessari alla riparazione, per gli altri dovrei riuscirmi ad arrangiare.

La base è più lontana del previsto, devo fare attenzione agli sbalzi di temperatura e alle preziose risorse che vi sono qui attorno. Non vorrei perdere per strada qualcosa di importante. Dopo alcune ore anche grazie dal JetPack raggiungo la destinazione e trovo quello che mi serve anche se ormai è notte fonda

Mi accingo a ritornare e ora il mio scanner finalmente funziona, raccolgo alcune informazioni sulla fauna e la flora che mi potranno essere utili in futuro. Ora devo solo completare le riparazioni e forse potrò finalmente lasciare il pianeta per cercare un posto più accogliente.

Dopo alcune ore di lavoro finalmente i sistemi rispondono, la navicella è riparata!

Entro nel modulo, accendo i motori e mi accingo a lasciare il pianeta senza troppa malinconia.

Raggiunto lo spazio aperto ricevo un contatto, non so chi sia, ma qualcuno sta cercando di guidarmi, non ricordandomi nulla. Avanzo in cerca di risposte verso un nuovo pianeta sperando di capire cos’è accaduto

No Man’s Sky.it

No Man’s Sky Official Site

 

 

 

 

Post suggeriti

Leave a Comment

Contact Us

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt
giorno 2